Olio d’oliva – tipi, proprietà, come consumare?

Olio d’oliva – tipi, proprietà, come consumare?

Le olive sono una prelibatezza della cucina mediterranea. L’olio d’oliva spremuto a freddo è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per le sue proprietà salutari. È un grasso gustoso e sano aggiunto a molti piatti, soprattutto a varie insalate, insalate e paste di verdure. La dieta mediterranea, dominata dall’olio d’oliva, è considerata la più sana, perché riduce il rischio di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, obesità, sindrome metabolica, così come l’ipertensione.

Olio d'oliva

Qualche parola sull’olio d’oliva

Gli olivi venivano coltivati già nell’antichità nella parte orientale della regione mediterranea. Già allora si apprezzavano le proprietà salutari delle olive. I greci erano i più grandi produttori di grassi sani da questo frutto. Hanno poi stabilito la loro coltivazione in Italia, mentre gli italiani – in Provenza e nella penisola iberica. L’olio d’oliva era chiamato da Omero “il liquido d’oro”, perché aveva proprietà preziose per la salute. Era un rimedio naturale per molti disturbi. Questo dono della natura del bacino mediterraneo fu apprezzato da Ippocrate, Galeno, Dioscoride. Ippocrate lo raccomandava per le ulcere, i dolori muscolari e il colera, mentre Dioscoride Pedanios lo usava nei suoi unguenti.

Valore nutrizionale dell’olio d’oliva

L’olio d’oliva è un eccellente prodotto nutrizionale. 100 g di olio d’oliva forniscono:

  • kcal – 897;
  • proteina – 0g;
  • carboidrati 0,2g;
  • grasso – 99,6g;
  • acidi grassi monoinsaturi – 70,12g;
  • Vitamina E – 11,95 mg.

Questo grasso sano contiene acido oleico monoinsaturo (circa 73%), acidi omega-6 e omega-3, e acidi saturi in quantità minori. Il 68% è acido oleico del gruppo degli acidi grassi monoinsaturi. L’olio d’oliva contiene anche vitamine, tra le altre, E, K, A, D, F, tracce di calcio e potassio, nonché antiossidanti. L’olio d’oliva deve i suoi benefici per la salute a tutti questi ingredienti.

Extravergine, vergine… tipi di olio d’oliva

Ci sono diversi oli d’oliva sul mercato. Ognuno di loro può differire nel valore nutrizionale, nell’applicazione, ma anche nel prezzo. Un prezioso olio spremuto a freddo è l’extravergine, che dovrebbe essere consumato a freddo, aggiungendolo a varie insalate, insalate. È amaro, verdastro, torbido, ma il più sano. Il secondo tipo di olio è l’olio d’oliva vergine, che si usa anche per i piatti cotti e le fritture brevi. Questi due tipi di olio appartengono all’olio vergine e quindi sono i migliori per la salute. Esiste anche l’olio d’oliva raffinato, che è adatto per friggere, ma non ha le proprietà dell’olio non raffinato. Un altro tipo è l’olio d’oliva prodotto dalla sansa.

È importante sapere che il processo di raffinazione distrugge le sostanze bioattive. Quindi vale la pena scegliere l’olio d’oliva spremuto a freddo per godere delle sue proprietà salutari, del suo aroma e del suo sapore.

Proprietà dell’olio d’oliva

Il consumo di olio extravergine d’oliva è benefico per la salute e la bellezza. Numerosi studi dimostrano che nel bacino del Mediterraneo le malattie cardiovascolari e il cancro sono meno comuni, con una minore mortalità dovuta ad esse. Questo ha a che fare con la nutrizione, vale a dire una dieta mediterranea ricca di olio extravergine di oliva. I grassi sani sono una parte essenziale della nostra dieta quotidiana.

Olio d’oliva e metabolismo

L’olio extravergine d’oliva aiuta a mantenere livelli normali di zucchero nel sangue, il che può proteggere dal diabete. I composti fenolici presenti in questo olio aiutano nel metabolismo del glucosio e migliorano la sensibilità e l’efficacia dell’insulina. Questo aiuta a prevenire lo sviluppo del diabete di tipo 2.

Una dieta mediterranea ricca di olio extravergine d’oliva è un ottimo modo per mantenere una figura snella. L’olio d’oliva è uno dei grassi preziosi raccomandati per la perdita di peso. Secondo i ricercatori, le persone che consumano prodotti a base di olio d’oliva hanno una maggiore concentrazione di serotonina nel sangue rispetto alle persone che consumano strutto, burro o olio di canola. Alti livelli di serotonina, l’ormone responsabile della sensazione di sazietà, possono aiutare nella perdita di peso perché previene gli spuntini. L’olio d’oliva dà una sensazione di sazietà perché contiene gli aromi hexanal e E2-hexenal, che rallentano l’assorbimento del glucosio.

L’olio d’oliva può anche rallentare o fermare la progressione della demenza e del morbo di Alzheimer, i disturbi articolari (come l’artrite reumatoide) o l’osteoporosi. Il consumo sistematico di extravergine può aumentare la resistenza del corpo all’attacco di batteri come l’Helicobacter pylori.

Olio d’oliva e sistema circolatorio

I composti attivi contenuti nell’olio d’oliva non raffinato hanno forti proprietà cardioprotettive – aiutano ad abbassare la pressione sanguigna e a prevenire lo sviluppo dell’aterosclerosi. Riducono l’infiammazione, rafforzano i vasi sanguigni. L’olio d’oliva contiene una grande quantità di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, quindi aumenta il livello di colesterolo buono nel sangue (HDL), mentre riduce il livello di quello cattivo (LDL). Numerosi studi scientifici dimostrano che una dieta ricca di olio d’oliva inibisce lo sviluppo dell’arteriosclerosi e abbassa anche il colesterolo. L’olio d’oliva è un prodotto eccellente per rafforzare il sistema circolatorio e il cuore. I ricercatori dell’Università Medica di Varsavia hanno scoperto che l’oleaceina che si trova nell’olio d’oliva (solo il tipo extravergine) può prevenire l’ictus e l’infarto, perché inibisce efficacemente l’infiammazione responsabile della rottura della placca aterosclerotica. I risultati dello studio sono stati pubblicati in “Phytomedicine” – una rivista internazionale. La dieta mediterranea ha un effetto benefico sul rafforzamento dei vasi sanguigni, oltre ad abbassare il livello di colesterolo cattivo.

Uso dell’olio d’oliva in cucina

L’oliva extra è un olio che è stato popolare per anni. Questo olio è usato in cucina per preparare pasti sani e gustosi. L’olio d’oliva può essere aggiunto alle insalate, ai cocktail di verdure, alle salse, alle minestre o alle paste. Può anche essere usato in varie salse e marinate. Può essere un’aggiunta alla cottura di pane o panini fatti in casa. È un ingrediente insostituibile nella dieta mediterranea, dove si raccomanda l’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *